Home » News Letter » NEWSLETTER N° 71/2016
      

NEWSLETTER N° 71/2016

LE NOVITÀ DEL “COLLEGATO ALLA FINANZIARIA 2017”
DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE

Recentemente è stato convertito in legge il Decreto c.d. “Collegato alla Finanziaria 2017”, contenente una serie di “disposizioni urgenti in materia fiscale” che aggravano gli adempimenti da parte dei contribuenti.
In particolare, a seguito delle modifiche apportate in sede di conversione, il Decreto prevede:

  • la soppressione di Equitalia a decorrere dall’1.7.2017;
  • l’introduzione dello spesometro a cadenza trimestrale;
  • l’introduzione dell’invio trimestrale delle liquidazioni IVA;
  • la proroga all’1.4.2017 dell’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi dei distributori automatici;
  • la revisione della disciplina della dichiarazione integrativa “a favore”;
  • nuove regole per lo scomputo delle ritenute alla fonte subite;
  • la definizione agevolata dei ruoli affidati agli Agenti della riscossione dal 2000 al 2016;
  • la riapertura fino al 31.7.2017 della voluntary disclosure;
  • l’introduzione dal 2017 dei nuovi indici di affidabilità in sostituzione degli attuali studi di settore;
  • il “pacchetto” semplificazioni fiscali (nuovo calendario versamenti d’imposta, soppressione comunicazione acquisti da San Marino, aumento a € 30.000 del limite del credito IVA richiesto a rimborso senza garanzia, ecc.).

Di seguito approfondiamo alcuni punti del Collegato all finanziaria:
SOPPRESSIONE EQUITALIA
È confermato a decorrere dall’1.7.2017:

  •  la soppressione di Equitalia;
  • l’affidamento dell’attività di riscossione alla (nuova) “Agenzia delle Entrate – Riscossione”. In sede di conversione:
  • è stato differito al 30.6.2017 il termine previsto dall’art. 10, comma 2-ter, DL n. 35/2013, della cessazione dell’attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei tributi locali da parte di Equitalia / società partecipate dalla stessa / Riscossione Sicilia spa;
  • è previsto che, a decorrere dall’1.7.2017, gli Enti locali possono deliberare di affidare al nuovo soggetto preposto alla riscossione nazionale le attività di accertamento, liquidazione e riscossione, spontanea e coattiva, delle entrate tributarie o patrimoniali proprie e delle società dagli stessi partecipati.
INTRODUZIONE SPESOMETRO TRIMESTRALE
È confermata la modifica dell’art. 21, DL n. 78/2010, che prevede a decorrere dal 2017 l’invio trimestrale dei dati delle fatture emesse / acquisti / bollette doganali / note di variazione.
L’invio (telematico) va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre (così, ad esempio, l’invio dei dati del primo trimestre va effettuato entro il 31.5). In sede di conversione è stato previsto che:

  • l’invio relativo al secondo trimestre va effettuato entro il 16.9;
  • l’invio relativo al primo semestre 2017 va effettuato entro il 25.7.2017. L’invio, in forma analitica, riguarda i seguenti elementi:
  • dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni;
  • data e numero della fattura;
  • base imponibile / aliquota applicata / imposta;
  • tipologia dell’operazione.
INVIO TRIMESTRALE LIQUIDAZIONI IVA
È confermata l’introduzione del nuovo art. 21-bis, DL n. 78/2010, che prevede a decorrere dal 2017, l’invio trimestrale dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (mensili / trimestali).
L’invio (telematico) va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.
   La comunicazione va inviata anche per le liquidazioni periodiche con saldo a credito.
Sono esonerati dall’adempimento in esame i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (ad esempio, soggetti che hanno registrato esclusivamente operazioni esenti) o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (ad esempio, soggetti minimi / forfetari).
In presenza di più attività gestite con contabilità separate va inviata un’unica comunicazione riepilogativa.
Le modalità e i dati da inviare saranno definiti dall’Agenzia delle Entrate con uno specifico Provvedimento.
L’Agenzia delle Entrate informerà il contribuente della (in)coerenza tra quanto desumibile dai dati relativi allo spesometro trimestrale e le liquidazioni inviate, nonché dei relativi versamenti.
TERMINI DI PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE IVA ANNUALE
Con la modifica dell’art. 8, comma 1, DPR n. 322/98 è confermato che:

  • la dichiarazione IVA relativa al 2016 va presentata entro il 28.2.2017;
  • la dichiarazione IVA relativa al 2017 e anni successivi va presentata entro il 30.4.
NUOVI STUDI DI SETTORE

In sede di conversione è stato previsto che, al fine di promuovere l’adempimento degli obblighi tributari e il rafforzamento della collaborazione tra l’Amministrazione finanziaria e i contribuenti, a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2017, il MEF individua indici sintetici di affidabilità fiscale cui sono collegati livelli di premialità per i contribuenti più affidabili.
Contestualmente, vengono meno le disposizioni relative agli studi di settore previsti dall’art. 62- bis, DL n. 331/93 e ai parametri di cui all’art. 3, commi da 181 a 189, Legge n. 549/95.

VERSO LA META’ DI GENNAIO ASCOM MONFALCONE ORGANIZZERA’ UN CONVEGNO GRATUITO NEL QUALE VERRANNO TRATTATI GLI ARGOMENTI IN DETTAGLIO.