Home » News Letter » NEWSLETTER N° 17/2016
      

NEWSLETTER N° 17/2016

6 APRILE 2016

DICHIARAZIONE RIFIUTI MUD

Anche quest’anno la presentazione del modello di DENUNCIA RIFIUTI MUD ANNUALE è fissata, per i soggetti obbligati, al 30 aprile.
Sono tenuti al MUD:
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti pericolosi (salvo alcune limitate eccezioni);
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, artigianali, da attività di recupero e smaltimento rifiuti, fanghi da potabilizzazione, da depurazione delle acque e da abbattimento fumi che occupano più di 10 dipendenti;
  • coloro che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto rifiuti;
  • i commercianti e intermediari di rifiuti;
  • coloro che svolgono operazioni di recupero e smaltimento rifiuti;
Rispetto allo scorso anno non vi sono modifiche per quanto riguarda i dati da trasmettere; invariata anche la modalità di comunicazione; in particolare la presentazione alla Camera di Commercio può avvenire esclusivamente in via telematica attraverso il sito www.mudtelematico.it; non è più possibile la spedizione postale o la consegna diretta del supporto magnetico, e solo in determinati casi è possibile la presentazione della Comunicazione Rifiuti Speciali su supporto cartaceo. I dati per la dichiarazione MUD vanno desunti dall’apposito registro di carico e scarico dei rifiuti e dai formulari di identificazione ad esso collegati.
Per informazioni telefonare al rag. Graziano Puntin 0481 498914 mail puntin@ascom-monfalcone.it.

DENUNCIA DI INFORTUNIO SUL LAVORO: ESONERO DALL’OBBLIGO DI TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO

Con uno dei decreti attuativi del Jobs Act si introducono novità in materia di denuncia degli infortuni sul lavoro.
Una prima novità introdotta dall’art.21, comma1, lettera b, D.Lgs n.151/2015 riguarda l’obbligo, in capo a qualunque medico presti la prima assistenza ad un lavoratore infortunato sul lavoro o affetto da malattia professionale, di rilasciare il certificato e di trasmetterlo, direttamente o per il tramite della struttura sanitaria competente al rilascio, esclusivamente per via telematica all’INAIL. Tale obbligo decorre dal 22 marzo 2016. Dalla stessa data, pertanto, i datori di lavoro sono esonerati dall’obbligo della trasmissione del certificato medico.
Gli stessi datori di lavoro continuano, invece, ad essere soggetti all’obbligo di trasmettere la denuncia dell’evento all’INAIL entro i termini ordinari: due giorni in caso di infortunio ovvero cinque giorni in caso di malattia professionale, da quello in cui ne hanno avuto notizia.

BUONI LAVORO CON PIU’ TRACCIABILITA’

 
In occasione del varo di decreti correttivi al Jobs Act, previsti fra maggio e giugno sarà prevista una modifica alla disciplina dei Buoni per le prestazioni di lavoro accessorio (i cosiddetti “voucher”).
I “buoni” saranno resi maggiormente tracciabili. Le imprese che li utilizzeranno, dovranno comunicare preventivamente, in modalità telematica, nominativo e codice fiscale del lavoratore per il quale verranno utilizzati, insieme con l’indicazione precisa di data e luogo in cui si svolgerà la prestazione lavorativa e la sua durata. Si introduce, dunque, una modalità di controllo in tutto analoga a quella già in essere per il “lavoro a chiamata”.

Monfiore SG