Home » News Letter » NEWSLETTER N° 19/2015
      

NEWSLETTER N° 19/2015

12 MAGGIO 2015
 

INTERVENTO DEL PRESIDENTE BRATINA

Si porta a conoscenza dei soci l’intervento  del presidente Bratina nella sua forma integrale quale era stato previsto sul quotidiano locale che poi ne ha riportato solo una parte. La domanda di fondo era se il rinnovo delle nomine in Ascom, in scadenza questo mese,avrebbe visto la ricandidatura dello stesso Bratina che così rispondeva:  “se il lavoro di questi anni è stato capito e apprezzato lo diranno i commercianti stessi con il loro voto. Per me sono stati quattro anni difficili, anche a livello personale, ma credo di non esser mai venuto meno a quello spirito di servizio per la categoria e per la città che mi aveva motivato fin dagli inizi e credo che l’aver aperto una mia nuova attività in centro, dimostri il mio attaccamento a questi principi e a questa città ”. Bratina ha ricordato vari momenti di quella che egli giudica di confronto chiaro con i vari amministratori cittadini perché “ la politica non deve considerarsi al di sopra della gente e fare, pianificare, programmare, decidere quello che a lei pare più opportuno. Essere a servizio della comunità – continuava Bratina – è andare oltre agli interessi di partito o di urne elettorali. E ho voluto lottare contro queste reticenze e ipocrisie non solo in nome della categoria del commercio, ma degli stessi cittadini, con i quali noi commercianti ci confrontiamo ogni giorno”. Memorabile proprio il maggio del 2011 quando, appena eletto, aveva esordito con l’iniziativa di lasciare le vetrine dei negozi al buio in concomitanza con la chiusura della campagna elettorale per le comunali. Un messaggio forte a chi sarebbe venuto al governo di Monfalcone  che poi in questi anni si è ripetuto in altre occasioni. “Il dialogo con le istituzioni non è stato sempre lineare e facile – ammetteva Bratina – però mi auguro che dal sindaco in giù si sia capito che la mia è stata una battaglia per la città e non per interessi corporativi. Il mio slogan rimane quello che se Monfalcone vive, vive anche il commercio”. Così i commercianti hanno dato la disponibilità  a sostenere  sempre le iniziative promozionali, a Monfalcone come negli altri comuni. E l’Ascom ha sempre voluto incentivare , sostenere e proporre tutte le azioni utili al terziario, perché esso non si disperda come cultura di servizio e si annulli come volano economico occupazionale a beneficio ultimo della grande distribuzione.  Significativo il lavoro svolto dalla Associazione  per la nascita dei Centro commerciali Naturali. “In questi giorni – proseguiva Bratina- si sta allargando il numero dei Centri Commerciali Naturali promossi e assistiti dall’Associazione. Dopo la stessa Monfalcone, Ronchi e Staranzano, ora è la volta di S.Canzian d’Isonzo e già altri comuni si stanno organizzando.  Il nostro obiettivo è quello di creare strutture operative di promozione e valorizzazione del commercio cittadino che lavorino in stretta sinergia con le Amministrazioni comunali, le Pro Loco e quanti altri perseguono gli stessi obiettivi di rilancio del Monfalconese. Noi Ascom facciamo da motore, poi ciascuno ha la sua strada autonoma. Tra gli strumenti che adesso offriremo in più, ci saranno anche il progetto di marketing territoriale, un potenziamento dei servizi in Web e altre iniziative volte alla formazione professionale dei nostri soci, accordi con le banche per agevolare gli accessi al credito, mentre non mancherà il nostro pungolo perché ci sia una costante attenzione verso il Terziario anche dal punto di vista fiscale e tributario, come abbiamo fatto con successo per l’Imu e la Tares/Tasi”.


 

PLATEA CIBIS

PlateaCibis