Home » News Letter » NEWSLETTER N° 11/2022
      

NEWSLETTER N° 11/2022

GREEN PASS E PRIVACY

25 GENNAIO 2022

Green pass dove serve ora e dove servirà dal primo di febbraio secondo il DPCM del 21 gennaio.

Nuove regole per il possesso del Green pass. La certificazione verde dal 20 gennaio è diventata obbligatoria
per una serie di attività di servizi alla persona. Nuove regole da rispettare anche dal primo di febbraio.

DA GIOVEDI’ 20 GENNAIO
I clienti possono accedere ai servizi alla persona come parrucchieri, barbieri,
centri estetici e tatuatori e piercer esclusivamente se in possesso almeno del Green Pass base.

DA MARTEDI’ 1 FEBBRAIO
Anche nei negozi, dal prossimo 1° febbraio, sarà richiesto il green pass base.
Il nuovo DPCM del 21 gennaio, esclude dall’obbligo di presentazione del Green Pass solamente:
1. Commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non
specializzati di alimenti vari), escluso in ogni caso il consumo sul posto.
2. Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
3. Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati.
4. Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi
specializzati.
5. Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari.
6. Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati
(farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
7. Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati.
8. Commercio al dettaglio di materiale per ottica.
9. Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

CONTROLLI
Il DPCM del 21 gennaio prescrive che i controlli sul possesso e validità del
Green Pass spetti ai titolari oppure a dipendenti appositamente istruiti e
nominati, come già in vigore per tutte le attività che hanno dipendenti. Sono
esclusi dall’esibizione del Green Pass i bambini sotto i 12 anni e i soggetti
esenti sulla base di idonea certificazione medica. Rimane in vigore l’obbligo
per i titolari di attività con lavoratori della verifica del Green Pass ai propri
dipendenti e al personale esterno che entra presso la propria attività, ad
esclusione dei clienti.

ESENZIONI
L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica alle seguenti

categorie di persone:
 ai bambini sotto i 12 anni, esclusi per età dalla campagna vaccinale;
 ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica.

MULTE E SANZIONI
Per i clienti privi di certificazione che accedono, comunque in negozio, è
prevista una sanzione da 400 a 1000 euro; stessa sanzione per il titolare che
non abbia effettuato il controllo o che abbia comunque consentito l’ingresso ai
clienti sprovvisti della certificazione verde base.

PRIVACY
Restano in vigore gli adempimenti privacy che prevedono:

 informativa privacy sul nuovo trattamento dati, conforme alle prescrizioni di cui agli artt. 13 e 14 GDPR da esporre;
 aggiornamento del registro dei trattamenti, secondo le prescrizioni dell'art. 30 GDPR;
 autorizzazione al trattamento dei dati per i soggetti incaricati dal datore di lavoro alla verifica del green pass, ai sensi dell'art. 29 del GDPR, anche se per il solo periodo 15 ottobre – 31 dicembre.

In allegato l’informativa privacy da mettere a disposizione dei clienti. Le aziende con dipendenti devono
provvedere anche all’adeguamento privacy della propria azienda. Per informazioni www.studiomaggiolo.it

SCARICA INFORMATIVA GREEN PASS 

SCARICA CARTELLO DA ESPORRE

Per informazioni sugli adempimenti privacy inviare una mail a: privacy@ascom-monfalcone.it