Home » News Letter » NEWSLETTER N° 93/2021
      

NEWSLETTER N° 93/2021

 

 

CONTROLLO  VALIDITA’ GREEN PASS NELLE AZIENDE

25 NOVEMBRE 2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione che aggiorna le procedure per il controllo del Green Pass

 

Certificato

 

verifica Green Pass nelle aziende

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, dal 21 novembre sono state apportate alcune modifiche di rilievo alla normativa sui controlli del Green Pass nelle aziende a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro svolto e dalle dimensioni delle imprese. Gli adempimenti normativi riguardano tutte le aziende, ma in particolare quelle con meno di 50 dipendenti che non possono accedere al servizio GREEPASS50+ del portale INPS

 

le novità normative

Tra le numerose novità introdotte dalla conversione in legge, in vigore dal 20 novembre 2021, ne segnaliamo due di particolare rilievo:

  • i lavoratori possono richiedere di consegnare al proprio datore di lavoro copia della propria certificazione verde COVID-19, in modo da essere esonerati dai controlli da parte dei rispettivi datori di lavoro per tutta la durata della relativa validità. La consegna della certificazione verde COVID-19 al datore di lavoro, è un atto volontario del lavoratore e il datore di lavoro deve documentare, ai sensi dell’attuale normativa privacy, questo nuovo trattamento di dati che rientra nelle prescrizioni dell’art. 9 del Regolamento UE 679/2016 (trattamento di categorie particolari di dati personali);
  • i lavoratori in somministrazione devono essere controllati solo dall’azienda utilizzatrice: compete all’agenzia di somministrazione esclusivamente informare i lavoratori sulle disposizioni vigenti in materia di Green Pass;

Vi sono anche altre importanti novità e conferme rispetto alla precedente normativa, che potete leggere a questo LINK.

 

le perplessità dell’Autorità Garante della privacy

L’autorità Garante ha già espresso le proprie perplessità sulla facoltà, da parte del lavoratore, di consegnare copia del proprio Green Pass attraverso una segnalazione inviata al Parlamento e al Governo.

L’autorità Garante precisa che se da un lato la raccolta e conservazione di Green Pass potrebbe semplificare il controllo del Green Pass, soprattutto nelle piccole aziende, dall’altro potrebbe creare, in particolare nei grandi contesti aziendali, discriminazioni tra lavoratori, cioè tra chi ha consegnato copia del certificato verde e chi no.

 

Per approfondire quali sono i rilevi del Garante segnalati al Parlamento potete leggere questo LINK.

 

adeguamento documentale privacy

In ogni caso i datori di lavoro che si trovano, di fatto, “costretti” ad accettare e conservare copia dei Green pass devono adeguare il proprio Modello Operativo Privacy con adeguati adempimenti nel rispetto delle prescrizioni di cui al comma 1 dell’art. 32 del Regolamento UE 679/2016.

 

Per approfondire quali sono i documenti da predisporre e quelli da aggiornare per rispettare le prescrizioni normative, potete leggere questo LINK.

 

Per illustrare la normativa Ascom Monfalcone in collaborazione con lo STUDIO MAGGIOLO PEDRINI ASSOCIATI organizza un webinar GRATUITO il giorno:

GIOVEDI 2 DICEMBRE ALLE ORE 14:00

PER PRENOTARE GRATUITAMENTE:

Confcommercio Imprese per l’Italia – Ascom Mandamento di Monfalcone ti sta invitando a una riunione pianificata in Zoom.

Argomento: Aggiornamento normativo green pass
 2 dic 2021 ORE 14:00 

ISCRIVITI
https://us06web.zoom.us/j/81697823030?pwd=VGtCdVl4Vk9iaHJkWU5JQlpJa3VyUT09

Per informazioni sul webinar: dott.ssa Paola Monardo 0481 498932 email monardo@ascom-monfalcone.it