Home » News Letter » NEWSLETTER N° 43/2020
      

NEWSLETTER N° 43/2020

ATTIVITA’ DI CONSEGNA A DOMICILIO

GENERI ALIMENTARI PRECISAZIONI

L’emergenza COVID-19 ha portato le autorità competenti ad adottare una serie di misure che ha precluso la possibilità di operare ad una vastissima platea di attività economiche.

Mentre si conferma il DIVIETO DI VENDITA PER ASPORTO si conferma anche che per i PUBBLICI ESERCIZI l’attività di CONSEGNA A DOMICILIO DI PASTI O ALTRI GENERI ALIMENTARI E’ SEMPRE PERMESSA.

Sull’argomento si evidenzia che per i PUBBLICI ESERCIZI:

·         NON è necessario effettuare alcuna notifica di variazione  (V.I.A)
·         NON è necessario effettuare alcuna SCIA
·         DEVE essere evidenziata nel piano di autocontrollo aziendale
·         DEVONO  essere rispettate le disposizioni sull’etichettatura
·         DEVONO  essere rispettate le disposizioni in materia di allergeni

Proprio in considerazione del persistere dell’emergenza COVID-19 l’autorità sanitaria ricorda inoltre che DEVONO essere rispettate tutte le norme igieniche tanto nell’attività di confezionamento quanto in quella di consegna dove, chi la effettua,  DEVE evitare contatti personali (a distanza inferiore a un metro).

Di seguito si desidera inoltre fornire alcune risposte alle principali FAQ pervenute in questi giorni:

-Per il trasporto possono essere usati contenitori in alluminio con coperchio o devo usare  altri tipi di contenitori ?
Per il trasporto a domicilio di generi alimentari B2C sono da preferire contenitori monouso (comunque chiusi).

-Per il trasporto devo usare casse termiche?
Contenitori termici per il trasporto di generi alimentari devono essere utilizzati in caso si debba garantire il mantenimento della temperatura degli alimenti trasportati

-Sono un’azienda: posso effettuare il trasporto con autovettura privata ?
Il trasporto diretto di prodotti venduti da un’azienda, in caso avvenga con autoveicolo (o simile), richiede che il mezzo di trasporto sia intestato all’azienda

-Posso effettuare la consegna in taxi?
La consegna a domicilio di generi alimentari può avvenire usando un taxi

-Posso depositare contenitori caldi e freddi all’interno di un’unica cassa termica ?
All’interno di un unico contenitore termico non possono essere collocati contemporaneamente alimenti per i quali debba essere garantita tanto la catena del caldo quanto quella del freddo

-Devo etichettare i contenitori con cui viene effettuato il trasporto ?
In caso di vendita di alimenti B2C non è richiesta l’apposizione di alcuna etichetta sui contenitori degli alimenti

-Il personale in carico all’azienda (camerieri o cuochi) può effettuare la consegna con mezzi aziendali e/o propri?
Per quanto riguarda l’utilizzo di mezzi di trasporto aziendali si veda risposta a quesito precedente.
Personale assunto con mansione di cameriere o cuoco non può effettuare servizio di consegne a domicilio (mansioni non afferenti) se non dopo accordo aziendale

-La copertura all’INAIL deve essere estesa per il servizio di consegna a domicilio ?
L’estensione della copertura INAIL per servizi di consegna a domicilio di generi alimentari deve essere effettuata –ove già non prevista- se tale operazione viene svolta da personale dipendente

-Quali documenti devono viaggiare assieme al corriere durante il servizio di consegna ?
E’ necessaria una specifica e diversa ’autocertificazione per ogni consegna ?
Durante il servizio di consegna di generi alimentari B2C è richiesto l’accompagnamento della merce con documento commerciale.
Al momento è inoltre richiesta un autocertificazione diversa per ogni tragitto

-Posso utilizzare “a turno” parte del personale dipendente in carico all’azienda e chiedere la Cassa Integrazione per gli altri dipendenti ?
Il provvedimento di CIG (nelle sue forme) può essere concesso ad alcuni dipendenti di un’azienda mentre altri possono usufruirne in momenti diversi (o non usufruirne affatto).

-Se il pagamento di una consegna avviene mediante bonifico (anticipato) quando emetto lo scontrino?
Se al momento della partenza della merce dalla sede dell’azienda il bonifico non è stato ancora accreditato è necessario emettere un documento commerciale a credito; al momento dell’accredito della valuta sarà emesso ulteriore documento commerciale con relativo riferimento a quello emesso a credito

-l’ IVA per consegne a domicilio è sempre al 10% e solo per alcoolici al 22% ? 
L’aliquota IVA per bibite e alcolici è pari al 22 %

-In quanto tempo è possibile perfezionare un contratto con società di “delivery” ?
Tempi e metodi di stipula di contratto / convenzione con “rider” o simili dipendono da questi che devono essere singolarmente contattati. Si evidenzia che alcuni soggetti effettuano consegne solo su alcune zone del territorio. Per il triveneto “Just Eat” dispone di specifico referente per cui i tempi di attivazione possono essere ridotti

-Quali sono i costi per il servizio di “delivery” ?
Vedasi risposta precedente

-Posso effettuare la vendita di pasti alle imprese della GDO (es: supermercati) ?
Se un’azienda di pubblico esercizio intende effettuare vendite B2B deve procedere ad effettuare apposite comunicazioni di variazione agli Enti preposti (A.d.E, CCIAA, ecc…) nonché ad implementare tutte le procedure aziendali relative alla tracciabilità degli alimenti (gestione lotti, etichette, ingredienti, allergeni, …).
Completerà un tanto anche mediante diversa gestione del piano di autocontrollo aziendale (HACCP) dove annoterà i clienti (imprese).

-Se faccio consegne a domicilio devo aggiornare il DVR (documento di valutazione rischio) ?
Se l’attività di consegna a domicilio viene effettuata in proprio e non era precedentemente prevista allora il DVR deve essere aggiornato.