Home » News Letter » NEWSLETTER N° 18/2019
      

NEWSLETTER N° 18/2019

Fatturazione elettronica

Fatel1

Considerate le numerose richieste di chiarimenti sul termine di emissione della fattura elettronica, si ricorda in sintesi quanto segue.

La fattura elettronica immediata deve essere emessa al momento di effettuazione dell’operazione, cioè entro le ore 24 dello stesso giorno in cui l’operazione è effettuata.

La fattura elettronica differita può essere emessa entro il 15 del mese successivo a quello della consegna o spedizione (es.: consegna il 1° marzo, fattura entro il 15 aprile) o a quello di effettuazione della prestazione.

La fatturazione elettronica differita è ammessa per le cessioni di beni in relazione alle quali sia stato emesso documento di trasporto (DDT) o altro documento, idoneo a individuare la natura, qualità e quantità dei beni, nonché il codice fiscale del cessionario. A tal fine, è consentita anche l’emissione della ricevuta fiscale o dello scontrino fiscale opportunamente integrati.

La fattura emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o spedizione dei beni deve contenere il dettaglio delle operazioni effettuate o, in alternativa, gli estremi del documento di trasporto.

La fatturazione elettronica differita è ammessa anche per le prestazioni di servizi, a condizione che le prestazioni siano individuabili a mezzo di idonea documentazione, dalla quale sia possibile individuare con certezza la prestazione eseguita, la data di effettuazione e le parti contraenti (es.: documento attestante l’avvenuto incasso del corrispettivo, del contratto, della nota di consegna lavori, della lettera d’incarico, purché dagli stessi risultino gli elementi sopra indicati).

Semplificazione in tema di emissione della fattura elettronica

Dal 1° luglio 2019 la fattura elettronica va emessa entro dieci giorni dall’effettuazione dell’operazione.

La fattura elettronica, nell’ipotesi in cui venga emessa in una data diversa da quella in cui è compiuta l’operazione, deve contenere obbligatoriamente anche la data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi ovvero la data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo.

Semplificazione per l’avvio della fatturazione elettronica

Per il primo semestre del periodo d’imposta 2019 non si applica alcuna sanzione al contribuente che emette la fattura elettronica oltre il termine normativamente previsto ma, comunque, entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto (mensile o trimestrale).

Si applica, invece, la sanzione con riduzione dell’80%, a condizione che la fattura elettronica sia emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto del periodo successivo.