Home » Archivio per Categoria ' News Letter'

News Letter Archive

NEWSLETTER N° 128/2020

Posted 24 settembre 2020 By Redazione

CASSA INTEGRAZIONE COVID-19:
CONTRIBUTI A BENEFICIO DEI DIPENDENTI

I dipendenti (sia a tempo indeterminato che a tempo determinato) delle aziende iscritte all’Ente Bilaterale del Commercio o del Turismo che abbiano effettuato più di 100 ore di Cassa Integrazione o FIS nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, possono richiedere un contributo fino a Euro 300 lordi all’EBITER: tale contributo non comporta alcun costo aggiuntivo per i datori di lavoro.
Le domande, con scadenza il 31/10/2020, dovranno essere presentate sul modulo allegato e corredate da:
  • busta paga di marzo, aprile, maggio
  • ultime 3 buste paga
  • copia del documento di identità del richiedente
Le graduatorie saranno fatte in ordine cronologico di presentazione delle domande.

Domanda commercio
Domanda turismo

Per informazioni: EBITER Comitato Provinciale di Gorizia, tel. 0481/582822 – 0481/582801, e-mail segreteriaebitergo@gmail.com

     

NEWSLETTER N° 127/2020

Posted 23 settembre 2020 By Redazione

Monfalcone è Geografie

Non solo grandi ospiti

Dal 23 al 27 settembre, 5 giorni intensi di attività e proposte, dal teatro alla lettura ad alta voce, fino agli incontri con importanti autori del panorama culturale italiano, ma sempre in stretta relazione con i territori, in ascolto e scoperta.

L’INAUGURAZIONE

Inaugurazione GEOGRAFIE

e a seguire

Franco Cardini

Mercoledì 23 settembre alle 17.30 in piazza della Repubblica

Passato e futuro tra Oriente e Occidente Romantica e recente, l’espressione “via della seta” restituisce il senso di un mondo vasto, attraversato fin dai tempi antichi da guerre e conflitti ma animato anche dal fervore di scambi commerciali, culturali e politici. Fra montagne e altipiani per questo cammino sono transitati spezie, animali, ceramiche, cobalto, carta, e naturalmente la seta. La storia di un viaggio millenario che ha dato realtà e fascino a Alessandria, Chang’an, Samarcanda, Bukhara, Baghdad, Istanbul. Oggi quel percorso sta cominciando a unire paesi che aspirano a svolgere un ruolo dominante sulla scena mondiale. Difficile fare previsioni su come tutto questo trasformerà Oriente e Occidente. Presenta Gian Mario Villalta.

Scopri di più

 

     

NEWSLETTER N° 126/2020

Posted 22 settembre 2020 By Redazione

In circolazione false email a nome dell’Agenzia. Non aprire gli allegati e cestinare immediatamente

Sono in corso nuovi tentativi di phishing a danno degli utenti attraverso email che sembrano essere riconducibili all’Agenzia. L’Agenzia è estranea a tali messaggi ed invita gli utenti a cestinare immediatamente messaggi di posta elettronica che riportano nell’intestazione la dicitura “IL DIRETTORE DELL’AGENZIA” o “GLI ORGANI DELL’AGENZIA” e che, nel testo, invitano a prendere visione di documenti contenuti in un archivio allegato per verificare “alcune incoerenze” emerse “dall’esame dei dati e dei saldi relativi alla Divulgazione delle eliminazioni periodiche Iva”.

Le email, infatti, non provengono dall’Agenzia, ma costituiscono il tentativo di installare un malware sui dispositivi dei destinatari anche allo scopo di acquisire successivamente informazioni riservate. Di seguito due esempi di questi messaggi:

 

L’Agenzia raccomanda ai contribuenti di verificare sempre attentamente i messaggi ricevuti e, se questi appaiono sospetti, soprattutto se i mittenti sono sconosciuti, di non aprire gli allegati o seguire i collegamenti presenti nelle mail (anche per evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone) e cestinarli. Inoltre, precisa che non vengono mai inviate per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti. Le informazioni personali sono consultabili esclusivamente nel Cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Roma, 22 settembre 2020

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

     

NEWSLETTER N° 125/2020

Posted 9 settembre 2020 By Redazione

Festival della Danza

Festival della Danza

Il Comune di Monfalcone organizza la sesta edizione del Festival della Danza, venerdì 18 e sabato 19 settembre, nelle piazze e nei luoghi caratteristici della città. Un evento molto atteso per le esibizioni di grande prestigio e rilevanza nazionale, organizzato dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione all’Assessorato allo Sport, insieme alla Consulta cultura, ai Comitati di rione, alle trenta Scuole di Danza del territorio regionale, alle Associazioni di categoria Ascom e Viva Centro e ai professionisti del settore.
Ospite speciale quest’anno sarà Fabrizio Prolli, famoso ballerino italiano, insegnante e coreografo. Ha lavorato con artisti del calibro di Kylie Minogue, Tiziano Ferro, Claudio Baglioni, Elisa, Alessandra Amoroso, Giorgia e molti altri. Ballerino professionista per varie edizioni di “Amici” di Maria de Filippi e per il musical “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”, si è esibito in tutto il mondo facendo parte per anni del “Cirque Du Soleil”. Si esibirà in pubblico sabato 19 settembre, alle ore 20.00, in piazza della Repubblica (o nel Teatro Comunale di Monfalcone in caso di maltempo).
Grazie alla collaborazione dei rappresentanti di tutte le realtà coinvolte e delle associazioni di categoria Ascom e Viva centro, a Monfalcone si potrà assaporare appieno l’atmosfera della danza. La caffetteria Maritani proporrà il “cocktail della danza” a prezzo speciale e la pizzeria Marinelli realizzerà il “menù della danza”.
 L’apertura del Festival della Danza avrà luogo venerdì 18 settembre, in piazzetta Unità d’Italia, alle ore 18.00, con i saluti istituzionali a seguire  spettacoli di danza.
“Back to the 80s – Cosa resterà degli anni ’80?” a cura del Club Diamante.
Seguiranno, alle 20.45, le esibizioni di Tango Argentino, a cura della Dance Accademy Nueva Clave.
Molto ricco il programma delle esibizioni aperte al pubblico di sabato 19 settembre.
Si inizierà alla Rocca di Monfalcone, dalle ore 11.00 alle 13.00, con lo spettacolo dal vivo “QUELLE COME ME“ ispirato alle poesie di Alda Merini, danza contemporanea a cura di The lab collettivo Contemporaneo.
Seguiranno: “Omphalos, l’Origine” – Danza Orientale Tribale a cura di Moonflower Tribe; “Inner Babel” Afrocontemporaneo a cura di Elisa Cecchini. Presenta Gilda Aloisio, Presidente della Consulta cultura del Comune di Monfalcone.
Sarà attivo il servizio Rocca bus gratuito ed è prevista l’apertura straordinaria del Museo della Rocca.
In allegato, il programma completo con preghiera di diffusione.
Buona danza a tutti.

SCARICA IL  PROGRAMMA

Segreteria organizzativa:
Teresa Pruonto
Area Giovani Cultura Sport e Assistenza
Cultura, Biblioteca, Teatro
tel.0481 – 494353- 673
e-mail: teresa.pruonto@comune.monfalcone.go.it
Pec:    comune.monfalcone@certgov.fvg.it

     

NEWSLETTER N° 124/2020

Posted 8 settembre 2020 By Redazione

Dpcm del 7 settembre 2020

Fonte: governo.it

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm che proroga al 7 ottobre le misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 contenute nel Dpcm 7 agosto 2020.

SCARICA DPCM 7 SETTEMBRE

SCARICA ALLEGATO 1 DPCM 7 SETTEMBRE

     

NEWSLETTER N° 123/2020

Posted 4 settembre 2020 By Redazione

INFORMATIVA VERSAMENTI SOSPESI PERIODO COVID IN SCADENZA IL GIORNO 16/09/2020

 

VERSAMENTI IN SCADENZA IL GIORNO 16/09/2020

1-IVA, ritenute lavoro dipendente, contributi e premi Inail

Si informa che il prossimo 16 settembre 2020 scade il termine per il versamento dei tributi/contributi (Iva, ritenute lavoro dipendente, contributi e premi Inail) sospesi durante il periodo di lockdown.
In particolare, il riferimento è:
-ai versamenti del 16/03 (per imprese-lavoratori autonomi con ricavi fino a 2 milioni di euro);
-ai versamenti del 16/04 e del 18/05, a condizione che si sia registrata una contrazione del fatturato, rispettivamente nei mesi di marzo ed aprile, pari almeno al 33% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

2-Contributi personali INPS

Si informa, inoltre, relativamente ai contributi personali INPS, scadenti il 18/05/2020, che si dovrà presentare apposita domanda di sospensione avvalendosi della procedura disponibile sul sito INPS; la presentazione di tale istanza vale anche come domanda di rateizzazione. Per il pagamento da effettuare entro il 16 settembre 2020, è possibile utilizzare apposita codeline, visualizzabile nel proprio Cassetto previdenziale (sezione Posizione assicurativa – Dilazioni: “Mod. F24 Covid19”), dove è possibile scaricare il relativo modello F24 precompilato da utilizzare per il versamento. I soggetti che intendono effettuare il versamento in unica soluzione utilizzando i modelli di pagamento originariamente predisposti e messi a disposizione a maggio, sono comunque tenuti a presentare domanda di sospensione.

I clienti di Ascom Servizi Caf srl Centro di Assistenza Tecnica che si avvalgono del servizio di pagamento telematico F24 e del cassetto previdenziale sono pregati di prendere contatto con i propri consulenti entro il giorno 10 settembre per stabilire le modalità di pagamento. In caso di mancato contatto verranno elaborati i versamenti in un unica soluzione alla data 16 settembre.

     

NEWSLETTER N° 122/2020

Posted 2 settembre 2020 By Redazione

Credito di imposta su investimenti pubblicitari incrementali

L’articolo 57-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, e s.m.i. ha istituito, dall’anno 2018, un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali, con un incremento minimo dell’1% rispetto agli analoghi investimenti dell’anno precedente, effettuati dalle imprese, dai lavoratori autonomi e dagli enti non commerciali, sulla stampa (giornali quotidiani e periodici, locali e nazionali) e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale.

L’agevolazione è concessa nel limite massimo dello stanziamento annualmente previsto e nei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis“.

A decorrere dall’anno 2019, il credito di imposta è previsto nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati.

Limitatamente all’anno 2020, il credito d’imposta è concesso nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati e viene meno il requisito dell’incremento minimo dell’1% rispetto agli investimenti effettuati l’anno precedente.

Con il decreto regolamentare, D.P.C.M. 16 maggio 2018, n. 90, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 170 del 24 luglio 2018, sono stabiliti le modalità e i criteri di attuazione della disposizione normativa, con particolare riguardo agli investimenti che danno accesso al beneficio, ai casi di esclusione, alle procedure di concessione e di utilizzo del beneficio, alla documentazione richiesta, all’effettuazione dei controlli e alle modalità finalizzate ad assicurare il rispetto del limite di spesa.

In data 31 luglio 2018 è stato adottato il provvedimento del Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, previsto dall’articolo 5, comma 1, del D.P.C.M. 16 maggio 2018, n. 90, con il quale è approvato il modello di comunicazione telematica e sono definite le modalità per la presentazione della comunicazione sull’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, ai fini della fruizione del credito di imposta.

Chi può accedere al beneficio

I soggetti titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi di almeno l’1% gli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione.

Sono ammessi gli investimenti pubblicitari effettuati sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, iscritte al ROC e sui giornali quotidiani e periodici, pubblicati in edizione cartacea o in formato digitale, registrati presso il Tribunale, ovvero presso il ROC, e dotati del Direttore responsabile.

Limitatamente all’anno 2020, possono accedere all’agevolazione i soggetti titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato, anche se il valore degli investimenti pubblicitari non è incrementale rispetto agli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente.

Come e quando presentare la domanda

Per accedere al bonus pubblicità è necessario inviare la domanda tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, attraverso l’apposita procedura disponibile nella sezione dell’area riservata “Servizi per” alla voce “Comunicare”, accessibile con le credenziali SPID, Entratel e Fisconline, o Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

In particolare:

  • dal 1° al 31 marzo dell’anno per il quale si chiede l’agevolazione: è necessario inviare la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, che è una sorta di prenotazione delle risorse, contenente (oltre ai dati degli investimenti effettuati nell’anno precedente) i dati degli investimenti già effettuati e/o da effettuare nell’anno agevolato;
  • dal 1° al 31 gennaio dell’anno successivo: i soggetti che hanno inviato la “comunicazione per l’accesso” debbono inviare la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, resa ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante gli investimenti effettivamente realizzati nell’anno agevolato.

Per il solo anno 2020, la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” è presentata nel periodo compreso tra il 1° ed il 30 settembre del medesimo anno. Restano comunque valide le comunicazioni telematiche trasmesse nel periodo compreso tra il 1° ed il 31 marzo 2020, sulle quali il calcolo per la determinazione del credito d’imposta sarà automaticamente effettuato sulla base delle intervenute disposizioni normative relative all’anno 2020.

Elenco dei richiedenti ed elenco degli ammessi al bonus

In esito alla presentazione delle “Comunicazioni per l’accesso al credito d’imposta”, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria forma un primo elenco dei soggetti che hanno richiesto il credito di imposta con l’indicazione del credito teoricamente fruibile da ciascun soggetto.

Successivamente, a valle della presentazione delle “Dichiarazioni sostitutive relative agli investimenti effettuati”, sarà pubblicato sul sito del Dipartimento l’elenco dei soggetti ammessi alla fruizione del credito di imposta.

Utilizzo del credito

Il credito di imposta è utilizzabile unicamente in compensazione, ai sensi dell’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (a partire da quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi). Ai fini della fruizione del credito è necessario indicare, in sede di compilazione del modello F24, il codice tributo 6900, istituito dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione n. 41/E del 8 aprile 2019.

     

NEWSLETTER N° 121/2020

Posted 1 settembre 2020 By Redazione

Festival GEOgrafie: proposta di collaborazione

Inviamo la richiesta di collaborazione da parte del Comune di Monfalcone.

     

NEWSLETTER N° 120/2020

Posted 1 settembre 2020 By Redazione

Coronavirus: prorogate al 30/9 misure contenimento del Covid-19

A partire dal 1° settembre entrerà in vigore l’ordinanza contingibile e urgente di Protezione civile numero 27, firmata ieri dal governatore del Friuli Venezia Giulia, che conferma le misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 contenute nell’ordinanza n. 22 fino al 30 settembre 2020.

Il documento ribadisce, in maniera univoca, la necessità di continuare a mantenere le distanze di sicurezza tra le persone, puntando a favorire la responsabilizzazione di tutti i soggetti pubblici e privati riguardo al contrasto della diffusione del COvid-19. A riguardo, rimane in vigore l’obbligo di proteggere naso e bocca nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico e, all’esterno, in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente la distanza interpersonale minima di un metro tra non conviventi.

L’ordinanza conferma la possibilità d’accesso per il pubblico a cinema, i luoghi di spettacolo, manifestazioni sportive all’aperto e al chiuso, purché il numero di persone sia determinato in relazione alla capienza della struttura e assicurando uno spazio libero tra sedute fisse e identificate e, in caso di sedute fisse e non identificate (quali spalti e gradinate), con distanziamento interpersonale di almeno un metro, salvo i gruppi conviventi. Il documento conferma il numero massimo di persone che possono accedere alle celebrazioni liturgiche e religiose che si tengono in luoghi chiusi, purché nel rispetto del distanziamento interpersonale, già stabilito dall’ordinanza 22.

Inoltre, al fine di contenere il rischio epidemiologico derivante da ingressi legali e illegali da altri Stati o Paesi esteri, la Regione ha rinnovato l’obbligo del rispetto delle indicazioni che verranno fornite di volta in volta dalla Direzione centrale salute, politiche sociali e disabilità per tutte le persone fisiche alle quali è consentito l’ingresso in Italia da Paesi esteri diversi da quelli facenti parte dell’Unione europea, con le eccezioni individuate dai provvedimenti governativi, tra cui l’Ordinanza del Ministro della Salute del 24 luglio 2020, degli Stati parte dell’accordo di Schengen, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

L’ordinanza integra, inoltre, quanto disposto con le ordinanze del Ministro della salute del 12 agosto e 16 agosto 2020 in particolare in merito al rientro in Italia delle persone che hanno soggiornato o transitato in Croazia, Malta, Grecia e Spagna e alla sospensione delle attività all’aperto o al chiuso le attività di ballo che abbiano luogo in discoteche, sale da ballo e locali assimilati destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate e spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico.

SCARICA ORDINANZA N.27

     

NEWSLETTER N° 119/2020

Posted 1 settembre 2020 By Redazione

Rimborso dell’addizionale provinciale alle accise sull’energia elettrica

Con due recenti sentenze, la Corte di Cassazione (sentenza n. 27099/2019 e 27101/2019) ha affermato che le somme pagate a titolo di addizionale provinciale alle accise sull’energia elettrica applicate sino al 31/12/2011, possono essere richieste in rimborso direttamente al fornitore del servizio agendo in sede civile a titolo di indebito soggetto, con l’ordinaria prescrizione decennale.

Vi invitiamo a prestare attenzione in quanto il termine di prescrizione sta decorrendo essendo ormai rimborsabili soltanto le somme versate da settembre 2010 a dicembre 2011.

Quanto può essere rimborsato?

A seconda della provincia, l’importo variava fra i 9,3 €/MWh e gli 11,4 €/ MWh su un consumo massimo di 200.000 kWh/m (Art. 6, comma 1 lettera C, DL 511/1988).
L’importo dell’addizionale è facilmente verificabile sulle Vs. bollette in quanto le somme a titolo di addizionale risultano esposte in fattura.

Cosa devo fare?

Qualora vogliate verificare l’opportunità e la convenienza di tale azione dovrete:

  1. Verificare di essere in possesso delle fatture di pagamento della fornitura per il periodo in questione (2010-2011);
  2. Calcolare l’ammontare complessivo delle addizioniali pagate nel biennio di riferimento.

SCARICA FAC SIMILE  DIFFIDA RIMBORSO